Editoriale
Carlo De Panfilis

Cari Lettori.
Appunti si è data una nuova veste, una struttura che crediamo ci consentirà di raggiungere con più efficacia l’obiettivo che abbiamo sempre avuto: testimoniare della vivacità culturale della nostra comunità; raccogliere i contributi, gli elaborati, gli appunti dei membri della nostra Scuola e di chi partecipa alle iniziative della SLP. Così, questo nostro luogo di riflessione, discussione ed elaborazione teorica potrà sfruttare più efficacemente le possibilità di comunicazione interna e di diffusione verso l’esterno offerte dal formato digitale on-line.
Da questo numero, Appunti si struttura in 5 rubriche La psicoanalisi nella città presenta interventi che fanno riferimento a una segreteria locale della SLP, per conoscere meglio le caratteristiche della presenza della nostra Scuola nelle
diverse città. Uno sguardo al cammino che gli psicoanalisti hanno fatto nei loro specifici contesti, alle loro esperienze e agli effetti della loro pratica quotidiana nello stabilirsi di un legame culturale e sociale con la città. Per questa rubrica, la raccolta dei contributi è curata dalle segreterie locali della SLP.

Uno sguardo sulla clinica è, invece, una rubrica monotematica. In ogni numero verranno trattati approfondimenti sulla clinica psicoanalitica attraverso riflessioni che nascono o prendono spunto dallo studio dei propri casi clinici.
Studi sul tema del Congresso Annuale della SLP mette a disposizione dei lettori contributi diversi incentrati sul tema del Convegno annuale della Scuola. Iniziamo affrontando ed esplorando il tema del lavoro che ci troveremo tutti a dibattere quest’anno a Bologna, nel 10° Convegno annuale della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi.

Contributi originali è, a sua volta, suddivisa in quattro sezioni: Ricerca, Conferenze e/o
dibattiti, approfondimenti nel campo della teoria psicoanalitica e della pratica clinica, studi su psicoanalisi e società.
Aggiornamento sugli appuntamenti e sulle iniziative della SLP, della EFP e della AMP è un riepilogo e un’agenda, riteniamo utile, delle iniziative in Italia, in Europa e negli altri continenti nel campo della Associazione Mondiale di Psicoanalisi.
Supplemento, infine, presenta approfondimenti e aggiornamenti su temi di attualità che si collegano al lavoro della nostra comunità psicoanalitica.
In questo numero, La psicoanalisi nella città ospita la segreteria SLP di Torino, che ci fa cogliere come in un mosaico, attraverso le trame che ogni singolo autore porta come proprio contributo, uno sguardo d’insieme originale sull’effetto della presenza della psicoanalisi secondo Lacan, della SLP, a Torino.
In Uno sguardo sulla clinica ricordiamo il nostro caro Collega, recentemente scomparso, Martin Egge. Parleremo del suo prezioso contributo alla clinica psicoanalitica del bambino psicotico e autistico, ripercorreremo alcune sue riflessioni sulla nozione di tempo nella cura del bambino autistico attraverso la testimonianza che Chiara Mangiarotti ha portato in un recente convegno tenuto a Bologna. Fa da introduzione un testo di Nicola Purgato in ricordo di Martin Egge, “Il segno di un incontro”.

Per gli Studi sul tema del Congresso Annuale della SLP, Paola Francesconi, attuale Presidente della SLP, presenta il tema del 10° Convegno della SLP che si terrà a Bologna il 9 e 10 giugno 2012 “Molteplicità delle identificazioni e unicità del godimento”. Un contributo che esplora e delinea le ragioni della centralità e attualità dell’argomento del prossimo convegno e presenta gli elementi cardine per aprire il dibattito. Inoltre, vi proponiamo un testo di Carmelo Licitra Rosa nel quale l’autore affronta il problema dell’amore e del godimento, partendo da uno degli ultimi seminari di Lacan “Su amore e godimento nel Sem XX”. Nel suo scritto, Licitra ripercorre gli interrogativi centrali di Encore e interroga il rapporto tra amore e godimento.
In Contributi originali, due proposte. La prima è il testo di una conferenza organizzata dalla segreteria della SLP di Udine nel maggio di quest’anno, dal tema: “Il discorso del padrone e l’irresistibile ascesa dell’impero dell’immaginario: Appunti di Psicoanalisi del potere”. Nel dibattito tenuto da Gelindo Castellarin e Paola Francesconi, introdotto da Laura Martini, si affronta un tema di attualità sia politica che sociale. Oggi la spinta al godimento è il padrone. La posizione della psicoanalisi e “che cosa ascolta” lo psicanalista oggi, sono i temi che i relatori affrontano e delineano in modo preciso e chiaro. La seconda proposta s’inserisce nelle riflessioni sulla teoria psicoanalitica e sulla pratica clinica in tema di tossicomania. Patrizio Peterlini ci offre un interessante contributo con “Tempo, droga e desiderio. Note sulla tossicomania”, ricordando come Jacques-Alain Miller ha proposto di leggere la tossicomania come un antiamore. Il soggetto, nel legame mortifero con l’oggetto-sostanza, basta a se stesso crogiolandosi in un godimento che non necessita della costruzione del fantasma. L’Autore delinea, quindi, gli elementi necessari per l’inizio di un lavoro terapeutico.

Per finire, questa volta il Supplemento comprende un aggiornamento sulla Collega siriana Rafah Nached. Il supplemento si chiude con due brevi, ma importanti e interessanti, schede di presentazione da parte dei direttori di due nuove scuole di formazione in psicoterapia.
Nascono con l’obiettivo di contribuire alla diffusione del pensiero di Lacan e alla decifrazione fondamentale che ne fa Jacques-Alain Miller.

Buona lettura