LA RIMOZIONE E IL SAPERE STRANIERO

5 ottobre 2024

Torino

“Lo sciame è ben formato quando ciascuno ha le carte in regola, i titoli per esserci. Ciò significa che i membri lavorano a partire dalle loro insegne e non dalla loro mancanza ad essere. I membri del cartello sono Sal lavoro, non dei soggetti supposti sapere o dei saccenti. Occorre dunque, che ciascuno vi entri con il proprio tratto, messo in valore come tale. È questa la condizione per avere un lavoro che produca sapere.”

J.-A. Miller, Cinque variazioni sul tema dell’elaborazione provocata

“La rimozione e il sapere straniero” è il tema della Giornata Nazionale dei cartelli che si terrà a Torino il 5 ottobre 2024 con la quale inauguriamo la ripresa dei lavori dell’SLPcf per il 2024-25.

E’ l’occasione per interrogare il ruolo che oggi ha il cartello all’interno della Scuola e mettere alla prova, sia il desiderio di sapere, di un sapere sempre straniero, sia l’entusiasmo legato ad ogni nuova scoperta, quando la rimozione vacilla, entrambi cardini del transfert di lavoro.

Si tratterà allora di scandagliare questi tre significanti – rimozione, sapere, straniero – per poi annodarli tra loro: la rimozione e il sapere, il sapere e lo straniero e, infine, la rimozione e il sapere straniero.
Come Jacques Lacan ci ricorda nell’Atto di Fondazione della Ecole Freudienne di Parigi
“Per lo svolgimento del lavoro adotteremo il principio di un’elaborazione sostenuta in un piccolo gruppo”.
Ciascuno è convocato al lavoro di Scuola.

Amelia Barbui



La rimozione e il sapere straniero
assi di lavoro

Care colleghe, cari colleghi,
il prossimo 5 ottobre ci troveremo a Torino per la

Giornata nazionale dei Cartelli 2024 della SLP-Cf

Sarà un importante momento di Scuola in cui potremo incontrarci a partire da quel dispositivo, il Cartello, macchina da guerra contro il sapere pieno, universitario.
Il Cartello è strumento principe di quell’avanzamento della psicoanalisi che può e deve produrre una Scuola analizzante e …cartellizzante!
A partire dal tema della giornata: La rimozione e il sapere straniero che ha precedentemente ben presentato la nostra Presidente, Amelia Barbui, siete invitati a contribuire ai lavori attraverso l’invio di proposte di intervento prodotte nelle esperienze di Cartello.
I testi inviati non dovranno superare le 5000 battute, spazi inclusi, e dovranno pervenire entro il 10 settembre p.v. 
all’indirizzo mail: cartelli@slp-cf.it

Si propongono tre assi, a partire dai quali stimolare l’elaborazione:

1.  Saperi stranieri, effetti dell’esperienza di Cartello

2.  Non-volerne-sapere, sapere e rimozione

3.  Quale sapere  nell’esperienza di Cartello.

Sono sicuro che le proposte che vorrete inviare – resti di un lavoro cartellizzante di piccoli gruppi di analizzanti, che lavorino da tempo o per lampi – saranno il miglior prologo per la giornata che ci attende a Torino, il 5 ottobre prossimo.

Buon lavoro!

Andrea Gravano
Delegato nazionale ai Cartelli della SLP-Cf